“La rabbia” – prima parte

Estate 1962, Giovannino Guareschi è un giornalista cinquataquattrenne famoso in tutto il mondo. Uno scrittore geniale, ma troppo ingombrante per finire come opinionista in qualche giornale di regime. Aveva acquistato una casa in perenne costruzione, un po’ di terra e svariate macchine agricole che però doveva mantenere. Per farlo conosceva il metodo di sempre, Read more…

Caro don Camillo, chi sei?

Tutti, leggendo le pagine di Mondo piccolo, ci siamo chiesti almeno una volta chi siano nella realtà Peppone e don Camillo: sono personaggi talmente reali, che non pare possibile siano stati inventati di sana pianta dalla mente, seppur geniale, di Giovannino Guareschi. Curiosamente, se per Peppone si può rintracciare a Read more…

Candido 1947 – La Terza Narice

La parola trinariciuto, divenuta famosissima, è un termine coniato da Giovannino Guareschi nell’immediato dopoguerra che, come recita il dizionario, era rivolta agli iscritti al partito comunista, per la loro presunta acritica credulità e sudditanza alle direttive del partito (e perciò raffigurati con tre narici, come esseri “diversi”, quasi di un Read more…

Un giretto in bicicletta

«E, inforcata la bicicletta, sono fuggito. In mutande, sì, in mutande. E così ho cominciato quello straordinario giro ciclistico che dovrebbe farmi transitare, pedalando trionfalmente sulla mia superleggera, per Parma, Bologna, Cesena, Riccione, Rimini, Ravenna, Ferrara, Verona, Brescia, Bergamo.» Nel 1941 Giovannino Guareschi aveva finito di scrivere La scoperta di Read more…