Emporio Mondo piccolo: quando le idee si fanno concrete

Published by wp_9499794 on


Sballottati qua e là tra le follie di questo Mondo Grande, è faticoso capire cosa fare per contenere le acque che tracimano e salvare il seme nella misura adatta a ciascuno di noi. Per i giovani, e i giovanissimi poi, il problema è ancora maggiore. Senza un’esperienza solida su cui poggiare, anche le migliori intenzioni portano, a volte, a prendere abbagli, ad aggregarsi a grandi progetti fatti solo di illusioni, a fidarsi di belle parole e persone seducenti, insomma: ad accettare di stare ovunque, purché non si stia da soli.  

Orientarsi, per un giovane, o un giovanissimo, non è semplice. Ed è ancora più arduo farlo dopo aver preso qualche batosta e aver compreso che si è fatti per viaggiare in solitaria, alieni al compromesso.

Per noi, che ci siamo trovati esattamente in questa situazione, è stato un piccolo dramma, ma come molto spesso capita, la Provvidenza si serve anche del dolore e dello sconforto per trasfigurarlo in qualcosa di inaspettato. E a chi ci rincuorava dicendo che i progetti più belli non nascono dall’entusiasmo, ma dalla tenacia, oggi possiamo rispondere che aveva ragione.

Progetto Mondo piccolo è un’associazione nata proprio così, circa un anno fa, con lo scopo di promuovere una mostra biografica su Giovannino Guareschi e grazie all’accoglienza immediata che ha avuto, abbiamo continuato non solo a presentare la mostra in tantissime le località italiane, ma a tenere incontri e conferenze presso scuole, comuni e parrocchie, per presentare la figura di questo grande scrittore.

Non abbiamo inventato niente, Luca e io, semplicemente abbiamo prima trovato, e poi iniziato a proporre alle persone una strada alternativa alle follie del mondo d’oggi, una sorta di “Opzione Guareschi” se così vogliamo chiamarla.

Chi fa parte dunque di Progetto Mondo piccolo? Ogni amico di Giovannino Guareschi che come noi si impegna in prima persona a vivere i valori guareschiani, che sono i valori cristiani, e che aiuta, nella propria fetta di Mondo piccolo, a promuoverli e a diffonderli. Noi siamo sempre più convinti che questo basti e avanzi per vivere resistendo guareschianamente.

E proprio perché vogliamo essere cassa di risonanza di tutti i Mondo piccoli, nuclei di umanità e buon senso sparsi un po’ per tutta l’Italia è nato da poco Emporio Mondo piccolo (nella home page di Ricognizioni trovate le indicazioni per visitarlo) un negozio online frutto di parecchie fatiche e chilometri in viaggio, alla ricerca di produttori e artigiani dallo spirito guareschiano che lontano dai riflettori conducono una vita conforme ai valori che vogliamo proporre: attaccamento alla propria terra, conduzione familiare, amore per la tradizione e desiderio di opporsi alle logiche del mondo moderno, il Mondo Grande. 

Ci siamo immaginati che persone come noi dovessero avere la possibilità di valorizzare, conoscere e comprare una selezione di prodotti di questi artigiani e piccoli produttori, dando loro la possibilità di rimanere piccoli e indipendenti facendo però parte di una rete di supporto, che dia anche a noi la possibilità di compiere una scelta di acquisto lontana mille miglia dalle logiche correnti. Abbiamo immaginato che i loro prodotti potessero raggiungere ogni regione d’Italia tramite un clic e che nelle nostre case potessero entrare creazioni eccellenti di tanti Mondi piccoli: piccoli come il nostro e controcorrente come il nostro.

Solo per fare alcuni esempi, abbiamo fatto in modo che nelle nostre case possa entrare il miele di un apicoltore bergamasco che ha deciso di rinunciare a ingrandire la sua attività per non trascurare il rapporto con i suoi clienti abituali, di un saponificatore poco più grande di noi che ha rilevato la piccola azienda del padre e che continua con le tradizionali tecniche di impasto, di una farmacista che ha lasciato il suo lavoro per coltivare i campi dietro casa e si scusa per i perenni ritardi, ma preferisce chiacchierare un po’ con i suoi clienti piuttosto che liquidarli con una mail.

Con tutti questi produttori abbiamo stretto un legame personale e di fiducia, nella consapevolezza che l’eccellenza dei prodotti vada di pari passo con la ricostruzione dei fondamentali rapporti umani.

Sono sorti già vari progetti di salvaguardia del piccolo artigianato e delle realtà locali, ma con qualcosa in più e di diverso rispetto alla moda dei prodotti Bio e del Made in Italy che spopola ormai un po’ ovunque. A noi sembra che questa tendenza vada fuori bersaglio: è necessario promuovere queste realtà non perché esse vengano integrate nel Mondo Grande e nella sua logica dedita al dio profitto, ma perché esse possano continuare a rimanerne fuori, come esempio di resistenza possibile. Diventa necessario per noi giovani cogliere quel che di bello e buono abbiamo senza che venga strumentalizzato, nella consapevolezza che i nostri Mondi piccoli resistono solo se, con loro, resistono anche valori fondamentali. Questa è per noi la novità del nostro Emporio. Chiunque, come produttore o come fruitore, può contattarci per farla crescere attraverso i riferimenti che trova nel nostro sito (vedi l’apposita sezione nella home page di Ricognizioni).

Abbiamo iniziato così a tessere una tela ogni giorno più fitta e con pazienza, questa nuova attività si aggiunge al progetto, nella consapevolezza che è necessario ripartire dal piccolo per recuperare i princìpi umani e cristiani ormai dimenticati, imparando a cercare là dove i riflettori non illuminano, perché proprio là dove nessuno guarda il contadino insospettabile si sta dando da fare per salvare il seme.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *